Tuesday, 28 February, 2006

l'altra faccia della medaglia

amo cucinare
amo cucinare ascoltando aretha franklin
amo far colazione in riva al mare
amo stupire
amo passeggiare lungo la riva con il mio mp3
amo le sonorità di tony bennett
amo il chill out dei bonobo
amo viaggiare, mi garba un casino
amo amare
amo essere un metro e 52
amo le sneakers (che nn ho)
amo le gazzelle (che ho avuto)
amo la mia micia
amo passeggiare per la rete
amo cantare
amo la lancia y che presto sarà mia
amo gli orecchini
amo ogni tipo di pietra dura
amo il corallo
amo gli anelli
amo le scarpe senza tacco
amo camminare scalza
amo i miei nipoti
amo incentivare gli amici
amo consolare,ma non le persone che fanno le vittime
amo la mousse al cioccolato
amo Albertone Sordi
amo tanto tanto tanto giorgio gaber
amo farmi conoscere a poco a poco
amo aiutare
amo sentirmi dire "brava" da mio padre
amo scrivere
amo l'aperitivo delle 19 di un pomeriggo di aprile
amo il martini, attenzione no cinzano nè perlino, MARTINI
amo il profumo del curry
amo la sambuca, dovrei provare quella alla liquirizia
amo la sardegna e abitanti
amo la sicilia e panelle
amo (adoro) il trentino
amo la rete di amicizie che mi ritrovo nella rubrica telefonica
amo mailare
amo oslo e copenaghen
amo comprare in saldo

amo l'infuso alla rosa canina con succo d'arancia
amo il vin brulè
amo il fois gràs
odio andare dal pescivendolo e vedermi vendere il polpo che la signora precedente aveva ben toccato e tastato odio stare davanti al pc ed avere il letto disfatto odio rimanere in pigiama per più di due ore odio fare colazione a letto odio la musica tecno odio che mi si spolveri la scrivania senza rimettere a posto il porta penne odio avere la camicia nei pantaloni odio le camice a quadri stile boscaiolo canadese odio il rum e gin (anzi, ho cominciato ad odiare) odio fare la fila per prendere il numeretto al banco salumi odio i saccenti odio l'invadenza odio i tipi esibizionisti odio le schermaglie in tv odio la prepotenza con i più forti, non la concepisco odio ricevere gli ordini odio la rigidità di carattere odio costanzo, ovvio odio valeria marini, michelle hunziker e l'amica di craxi odio striscia la notizia e relativo produttore odio canale 5 odio la fattoria e gli inquilini, tranne katia... odio cristina parodi odio l'ispettore derrick odio le macchine francesi odio fiorani, s'è fatto beccare odio la campagna elettorale unica odio la cucina estrosa e fantasiosa (me piace magnà)....esclusa quella di berso odio fare l'orlo ai pantaloni: non si smette mai di crescere odio gli eccessivi favoritismi odio i salamelecchi: la tesi la faccio, ma senza leccare il c.. alla prof odio piangere per qualsiasi cosa, ma sn fatta così, c'aggia fà? odio mangiare cioccolata per amore odio il cioccolato al latte odio chi mi giudica solo perchè sono figlia di... o per il colore della pelle odio la merenda con il thè...almeno due pasticcini! odio chi mi chiama: ciccina odio il bagnoschiuma alla vaniglia o surrogati dolciastri odio gli orecchini a cerchio: c'ho i lobi a sventola odio le rape bianche e rosse odio il buonismo odio la perfezione odio che mi si dica: sei troppo carina! odio i commenti banali, devono avere del personale
odio chi non ama Stefano Benni odio chi si gloria...(chi si gloria si sbrodola) odio chi imita le battute - tormentone di zelig odio la modestia odio la voglia di sbalordire odio i lati irreali della realtà odio la ragazza di mio cugino e pertinenze odio chi mi considera viziata

Monday, 27 February, 2006

oggi mi sbizzarrisco..


l'eta avanzata comincia a dare i suoi frutti....la maturità è riuscita a farmi scoprire nuove melodie, ad approfondirne di nuove e scoprire nuove versioni di già conosciute....già da questa mattina, primo g a 26 anni, la mia mente intenta a vagare per i sentieri del sublime, è stata ripresa da un'attenta razionalità che mi ha riportato nella realtà...
ho ripreso dalla collezione di famiglia, un "Barbra Streisand" in vinile: sonorità calde e avvolgenti...in questi ultimi anni in cui la mia cultura musicale si è affinata, non è tenuto in considerazione Barbra eppure poteva essere abile amica di sventura nei momenti NO della mia ancor breve esistenza...ascoltavo Stereophonics e commerciali a loro collegati, ma Barbra no...ho perso almeno due anni di cultura melodica..è colpa mia?forse...purtroppo le cose belle si scoprono sempre all'ultimo...ma meglio sapere che esistono che restarne all'oscuro... eh. l'incoscienza dei giovani!!

anche questo vuol dire fare blog: MEME

1) NOME: ape
2) SOPRANNOME:apeindiana..al liceo carota
3) ALTEZZA:1,51..1,52... melius abundare quam deficere
4) COLORE DI CAPELLI: nerissimi
5) NUMERO DI SCARPE:35/36 a seconda del tipo
6) CON QUANTE PERSONE VIVI?: 2
7) CHE LIBRO STAI LEGGENDO: La Signora Dalloway..ancora per poco
8) COSA C'E' SUL TUO TAPPETINO MOUSE?: un tovagliolo di carta preso in un ristorante a Merano
9) IN MACCHINA COSA C'E' APPESO AL RETROVISORE?:non ho macchina
10) ODORE PREFERITO?: spezie
11) SUONO PREFERITO?:la rottura del caglio
12) MUSICA CHE ASCOLTI?: jazz, pop, chill out
13) PEGGIORE SENSAZIONE AL MONDO?: aver deluso una persona a te cara
14) TI PIACE CUCINARE?: troppo...è antirepressivo
15) COLORE PREFERITO?:arancio...
16) UN OGGETTO A CUI SEI PARTICOLARMENTE LEGATO:anello di corallo
17) SE VINCESSI UN MILIONE DI EURO? li investo in azioni BNL: i francesi mi li faranno triplicare ed io aprirò con le mie amiche un locale etno-chic..d'élite
18) LA COSA PIU' BELLA? cantare
19) QUAL E' LA PRIMA COSA CHE PENSI ALLA MATTINA QUANDO TI SVEGLI?ah mò, che faccio?
20) MONTAGNE RUSSE: intendi gli Urali?
21) QUANTI SQUILLI DEL TELEFONO PRIMA DI RISPONDERE?dipende chi è
22) NOME DELLA TUA PROSSIMA FIGLIA FEMMINA:emma, ma troppo presto per decidere..magari sposo un fascista e la vuole chiamare alessandra
23) CIBO PREFERITO: pollo...selvaggina in genere...ossi buco: no grazie
24) CIOCCOLATO O VANIGLIA? cioccolato
25) DORMI CON UN ANIMALE DI PEZZA?quando avevo 25 anni sì: un coniglio giallo
26) SEGNO ZODIACALE?: pesci, rflessiva, passionale, romantica e tonta
27) POTESSI SCEGLIERE UN LAVORO CHE TI PIACE, QUALE SAREBBE? organizzatrice di eventi
28) SE TI POTESSI TINGERE I CAPELLI CHE COLORE?aò, sò bella così.
29) IL BICCHIERE E' MEZZO PIENO O MEZZO VUOTO?mezzo
30) FILM PREFERITO?..potrei dire ladri di biciclette
31) SULLA TASTIERA, SCHIACCI I TASTI GIUSTI? per l'80% delle volte sì...nella vita è raro arrivare a tale percentuale
32) SPORT PREFERITO DA GUARDARE? sci alpino/slalom gigante
33) MARE O MONTAGNA?mare ad agosto e montagna a luglio
34) IL TUO MIGLIOR PREGIO? disponibilità
35) IL TUO PEGGIOR DIFETTO? non perdono
36) HAI AMICI O AMICHE? entrambi
37) QUANTI AMICI CONSIDERI REALMENTE TALI? almeno 10
38) LA FRASE CHE TI IDENTIFICA: "sei troppo gentile e carina!"...sì ok, quindi??
39) QUALCOSA A CHI TI HA MANDATO QUESTO TEST: l'ho copiato e incollato
40) QUANTE PERSONE CREDI CHE ADERIRANNO? del mio gruppo di link, nessuna....le mie amiche già lo hanno compilato, questo e un altro con domande di poco differenti.
41) TI VUOI DAVVERO BENE? forse me ne voglio troppo..mi vizio
si chiudono i XX giochi olimpici invernali..Torino chiude le porte alla manifestazione bianca..si spegne il bracere olimpionico, si ammaina la bandiera dei 5 cerchi, si canta per ben due volte l inno italiano, si vedono le lacrime di commozione di Giorgio Di Centa, assistiamo alla hola di Montezemolo, sentiamo i fischi al Signor B in tribuna seguito dal suo fedelissimo amico Signor L...
manifestazione baldanzosa, allegra, festosa, gli eroi rientrano con le medaglie al collo, si scherza, ci si muove disordinatamente...che la festa continui nei nostri cuori..
Torino ed i torinesi prima di tutti, hanno dimostrata la beltade, la bontà, la passione degli italiani,il cuore rosso pulsante della ns civilità,di un popolo così allegro, convinto e cordiale...
bilanci: gli atleti sono memorabili, dal primo all'ultimo, dal pattinaggio allo sci alpino, dal free style all'hokey,dalla combinanta nordica allo sci di fondo..tutti sorrisi da portare nel cuore.
---000---
ora viene il bello: orfani dei giochi olimpici torniamo al tram tram quotidiano...anzi,ora che ci penso, inizia la kermesse di sanremo...non credo ci siano grandi attese, da Panariello cosa dovremmo aspettarci?il palcoscenico mondiale lo abbiamo conquistato con Torino 2006, speriamo lui non ci faccia piombare in basso con i suoi scatch da dementi...ma come già letto in altri blog, la differenza la fa l'auditel: quindi se fa 8 mln di spettatori, LORO son contenti...non importa che davanti alla tv ci siano stati solo scoiattoli.
---000---
da oggi ho 26 anni..ieri li ho iniziati, oggi li continuo..ho tempo un anno per abituarmici...
vorrei porre l'attenzione sulla frase scritta ieri sul blog: non ho sbagliato a scrivere per due capoversi la stessa identica cosa...affermo e nego la preoccupazione di avere 26 anni come se per me fossero comunque sempre pochi..
avere 26 anni non mi spaventa...e nemmeno averne 30 o oltre..per carità...e non ritengo affatto che a 35 anni la vita subisca un "calo" vitale....in questa settimana di preparativi ho riflettuto sul numero 26...la mia forma mentis sta cambiando, la mia mente ormai biologicamente lanciata agli "enta" mi pilota verso diverse concezioni di vita, di rapporti e considerazioni..sento di aver scalato un altro gradino...in questo sta la mia preoccupazione.

Sunday, 26 February, 2006



"26 sono pochi,
ma non sono nemmeno tanti"
ripeto a me stessa da questa mattina alle 8...

Saturday, 25 February, 2006

orazio docet

Non domandarti – non è giusto saperlo – a me, a te
quale sorte abbian dato gli dèi, e non chiederlo agli astri,
o Leuconoe; al meglio sopporta quel che sarà:
se molti inverni Giove ancor ti conceda
o ultimo questo che contro gli scogli fiacca le onde
del mare Tirreno. Sii saggia, mesci il vino
– breve è la vita – rinuncia a speranze lontane. Parliamo
e fugge il tempo geloso: cogli l'attimo, non pensare a domani.
Orazio
-----#°#°#----
non aspettate, scrivete, sentite, ascoltate, amate, odiate meno possibile, godete, leggete, mangiate, visitate, viaggiate,curiosate,soffrite per amore, patite, pazientate..la vita è lunga, ma gli attimi "vitali" in cui gioire son pochi...se necessario piangete, sfogate la rabbia, giocate (ma non con i sentimenti altrui)...

Friday, 24 February, 2006

ci sono delle persone che incutono timore per la sciochhezza che hanno in zucca...ci sono persone che si credono saccenti solo perchè sanno tutto di una certa materia...ci sono ZITELLE (accezione negativa di single) che non sanno fare altro che criticare, ma visto il loro status non ci sono problemi nel comprendere il perchè di tale acidità...con questo exploit concluderei il post dello scorso 22 febbraio: ci sono donne migliori di uomini e ci sono uomini migliori di donne...nessuna superiorità sessuale o neurologica..certo è, che presi degli esempi come costanzo, valeria marini o una persona dei blog, tale superiorità non può essere messa in discussione....anche perchè a trovarlo il cervello!!
--------000------
mancano solo due gg al mio compleanno: 26 ANNI (non voglio regali, solo opere d'amore)...fino allo scorso anno non mi pesava dirlo, oggi quasi quasi sento la responsabilità che si aggrappa alle mie spalle..dal 26 sento che, più che mai, dovrò portarla con me, sempre e comunque...oddio, sono sempre stata abbastanza responsabile, ma ieri tornando da perugia e riflettendo "sul mio futuro" sentivo che la mia vita, come quella delle mie amiche, sta decolando...sta prendendo la piega della vera vita, quella da grandi, quella fatta di dispiaceri, sconfitte sul lavoro..una ragionamento sciocco lo so, ma devo farlo per convincermene.
--------000------
“from an unhappy association of ideas which have no connection in nature, it so fell out at length, that my poor mother could never hear the said clock wound up, -- but the thoughts of some other things unavoidably popp'd into her head, -- & vice versâ : -- which strange combination of ideas, the sagacious Locke, who certainly understood the nature of these things better than most men, affirms to have produced more wry actions than all other sources of prejudice whatsoever.”
Association of ideas: le associazioni sono forgiate per caso, per abitudine, secondo processi soggettivi e personali e non oggettivi e condivisi. I comportamenti di una persona influenzati da queste associazioni risulteranno incomprensibili dall’esterno, in quanto le altre persone il più delle volte non sono a conoscenza dei motivi e della dinamica con cui sono avvenuti i collegamenti nella mente di un individuo. Quando un’idea viene alla mente essa ne richiama immediatamente un’altra attraverso questi legami.
Come nel Tristram Shandy, anche a me succede spesso: associo e connetto parole, suoni, profumi a situazioni di per sè disgiunte per sentirmi dire: "bhè, cosa c'entra questo??..a voi non è mai capitato? flussi di coscienza o semplice fantasia?

Wednesday, 22 February, 2006

vorrei arrivare alla parità ormonale/neurologica, ma non credo sia semplice...nel '46 abbiamo ottenuto il diritto di votare...nel corso di 50 anni le donne si sono date da fare, ma non abbastanza per raggiungere stadi mentali tipici degli uomini, ma credo che un'attenta analisi mi farebbe rimangiare questo desiderio e tornare sui miei passi...ma questa è un'altra storia (Gianni Minà)....non prendetela come un attacco al cervello maschile, per carità, ma mi sto rendendo conto (meglio tardi che mai), pagandone in termini emozionali, che il cervello maschile ragiona con altri standard/criteri rispetto a noi...anche se non riesco ad entrare nella loro mente, vorrei capire come funzionano certi meccanismi, come si spiegano i loro atteggiamenti....per agire di conseguenza naturalmente!
----------------------
olimpiadi: non ne ho più parlato e me ne dispiace.
abbiam vinto..strano questo plurale riferito ad una collettività di cui tutti vogliono far parte...in effetti dal punto di vista NAZIONALE ,l'Italia ha conquistato 9 medaglie...ma nella realtà sono gli atleti che han lavorato e sgobbato per arrivare carichi ai giochi di Torino 2006...in effetti sono loro che sono caduti, han sciato/pattinato/scivolato bene o male...e poi per un piccolo ritardo li abbiamo mandati dallo psicologo sportivo!...siamo ridicoli..siamo scemi se pensiamo solo a guadagnare medaglie senza attribuire il giusto peso ad un quinto posto...mi fanno imbestialire i titoli " Delusione Rocca"...ma signori, è un uomo! sbaglia, può sbagliare e gli è permesso di sbagliare..può cadere e rialzarsi...perchè tanti rimproveri ad un campione?tutti gli atleti che sono a Torino sono professionisti...sono al centro dell'attenzione, sono anima dello spirito olimpico, guidati dall'agonisto puro e semplice....perciò vorrei continuare a godermi queste olimpiadi "senza ma"....vorrei continuare ad emozionarmi per una trottola sul ghiaccio, ridere per un quinto posto e godere della semplicità della carolina kostner.
-------------
sulla scia del post di graziella: mass media, smettetela di ossessionarci/impaurirci con l'avaria!
---------------
un saluto, anzi due a due nuovi acquisti/visitatori: lavinia e stefano....

--------------
un consiglio: www.morganpalmas.blogspot.com.
leggere per credere

Monday, 20 February, 2006

è lunedì...qui in umbria piove...sono stata a casa questa mattina: la mia inconcludenza tende a prendere un moto perpetuo...in compenso ho letto molto: giornali on line e libri, uno alla volta...ho iniziato La Signora Dalloway di Virginia Woolf.
"La signora Dalloway disse che i fiori li avrebbe comperati lei." Così inizia il romanzo. nella lunga scena d’apertura si mostra il percorso che la protagonista fa per andare da casa al fioraio e comincia a farci partecipi del flusso dei suoi pensieri e di ciò che le accade intorno.Ricorda il periodo della sua giovinezza a Burton, a contatto con la natura quando diciottenne era ancora fresca e spontanea e coltivava l’amicizia con Peter Walsh, adesso, invece, è una signora con una posizione sociale che le impone "sia pure nel bel mezzo del viavai di una piazza (...) una particolare calma, anzi solennità." Poco prima di arrivare dal fioraio le torna in mente la figura di Miss Kilman, l’austera istitutrice di Elizabeth, sua figlia. Mrs. Dalloway sente dentro di sè l’odio per questa donna e per quello che rappresenta ai suoi occhi: la rigidità, la severità, la mancanza di gioia di vivere, e nello stesso tempo è irritata da tale odio, ma proprio allora giunge dal fioraio e per lei è come entrare in un’oasi, un paradiso terrestre in cui incantata ritrova pace e serenità.

La domanda che vi pongo è questa: c'è un luogo,un posto lontano/vicino in cui siete voi stessi e potete godere a pieno delle sensazioni che la vita vi regala?
a voi le risposte

Sunday, 19 February, 2006

e se avesse fatta una buona azione?

una SCENA OSCENA: la campagna di sensibilizzazione di Maurizio Costanzo di questo pomeriggio consisteva nel distribuire del pollo arrosto al pubblico, con il sottofondo vocale rassicurante di un responsabile di un centro zooprofilattico che incitava alla calma...una scena a cui spero i miei amici di "odio"chi sapete voi ,abbiano assistito: una serie di "ospiti"(i soliti) mangiavano voracemente una coscia di pollo alle 5 del pomeriggio,ghiotti e soddisfatti dopo aver ascoltato dalla bocca della Pivetti la notizia SCOOP della non trasmissione animale-uomo del virus....forse maurizio qualcosa è riuscito a concludere: parecchi italiani lo stanno a vedere quasi tutte le domeniche, magari certe cose dette da lui acquistano una maggiore importanza... però non poteva trovare altro mezzo televisivo invece di infettare tt lo studio?????!
cambio canale: al bano che parla della sua tenuta in puglia...spengo tv..meglio

post per un anonimo/a che sa essere solo critico/a

Il Piccolo Principe è la storia di un viaggio verso la conoscenza, di un piccolo Ulisse che ha sete di sapere cosa c’è al di là della sua stella e scopre il mondo degli adulti e le sue assurdità. Un mondo fatto di uomini che hanno sempre fretta, che corrono senza meta e finiscono per girare intorno a se stessi…Un mondo in cui gli uomini coltivano cinquemila rose nello stesso giardino ma quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa…
Il Piccolo Principe non ha nome, non ha età, né patria perché è chi vorremmo essere, è il bambino che siamo stati, è dentro di noi.
Il Piccolo Principe è un romanzo per bambini e una favola per adulti, è un percorso di crescita alla riscoperta della Bellezza del mondo, un mondo meraviglioso fatto di piccole cose ma tutte importanti… dove ciascuno possa tornare a chiedersi " se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua ".

Saturday, 18 February, 2006


sono in pensiero...sono preoccupata...la mia micia bellissima, soffice e vecchietta questa mattina ha mostrato problemi di deambulazione...le gambette dietro ogni tanto prendevano la loro strada...i miei l'hanno portata dal veterinario, ma io sto preoccupatissima...la mia liuba: dolce e tenera, compagna di pianti e gioie, oggi ha dato cenni di stanchezza vitale.
speriam bene...

Friday, 17 February, 2006

voglia di novità...

ho voglia di cambiare...ho voglia di dare un taglio al dolce scorrere dela mia vita...ho voglia di rigenerarmi, tornare ad essere vitale...così farò...ho preso appuntamento dalla parrucchiera...anche se nn riuscirà a tagliarmi i capelli come voglio io, sicuramente riuscirà a farmi uscire dal letargo...voglio concedermi qualche ora per me, solo per me, a contatto cn la mia beauty...devo tornare lucente e sorridentissima...
voglia di cambiamento: perchè?forse perchè c'è un lui dietro al portone..ha bussato, ma nn ha ancora suonato..ha toccato il portone del mio cuore e sommessamente se n 'è andato..ha sbirciato dalla finestra, era con gli amici ed io ero con le mie amiche...ho captato la sua presenza, ho captato il suo respiro..l'ho sentito vicino, ma nn riuscivo a vederlo...appena ho incrociato il suo sguardo, lui ha ricambiato...occhi negli occhi..e di nuovo occhi negli occhi...e di nuovo...e appostamenti e giochetti infantili...il corteggiamento è un dolce gioco...il corteggiamento fa battere il cuore..il corteggiamento ci fa sentire vivi, ci fa sentire attivi, energici....ci fa star bene...e tutto questo il giorno di san valentino
«...se vieni, per esempio, alle quattro del pomeriggio, comincerò ad essere felice a partire dalle tre. Più passerà il tempo, più mi sentirò felice. Alle quattro sarò già agitato e preoccupato; scoprirò il prezzo della felicità! Ma se vieni in un momento qualsiasi, non saprò mai a che ora vestire il mio cuore... »
da Il Piccolo Principe, di Antoine de Saint-Exupéry

Tuesday, 14 February, 2006


i am sorry..pensavo di fare in tempo, ma per oggi niente dolce di san valentino...in compenso il mio Valentine è andato proprio bene:soddisfazioni di cuore!!!
Buon San Valentino a tutti....

Monday, 13 February, 2006


per San Valentino niente cioccolatini, dolci, torte, rose rosse o crisantemi: voglio LUI!!
in parte Fini ha ragione quando dice che siamo giunti in Iraq per una missione di pace..in effetti non mi è arrivata voce che i ns militari abbiano seviziato o aggredito qualche prigioniero iracheno o qualsiasi altra persona in sua vece...
sbaglia però quando dice che siamo parte del "tridente" con Usa e G.B...calci e pugni non sono tipici della ns disciplina militare, le risatine denigratorie del cameraman sono del tutto fuori misura (mi riferisco naturalmente allo scandaloso video made british)..
ho paura delle minacce dell'estremo mondo musulmano " vi batteremo e conquisteremo", allo stesso tempo temo la finta politica/missione di "democratizzazione" degli Stati Uniti nei confronti dei paesi con petrolio...non saprei da cosa pararmi per primo!..ma soprattutto ho paura perchè sembra che la ns politica italiana vada dietro a qst ideali idioti: mal menare un ragazzino di 15 anni fa parte delle libertà sancite nella costituzione?ma forse gli Stati Uniti non avendo una costituzione certe cose nn le sanno...e la Common Law british rasenta la stessa Grund Norm...

Sunday, 12 February, 2006

il cervello umano:
o lo usi
o lo perdi...

Saturday, 11 February, 2006

W DEBORA COMPAGNONI


ci sono ancora degli aspetti che dovrei commentare dell'inaugurazione:
- le mogli di Bush e Blair sedute l'una accanto all'altra..i mariti han pensato bene di mandare loro in rappresentanza, d'altronde se loro han da fare la guerra??!! pararsi dagli attacchi prendendo come scudo le mogli mi sembra la cosa più giusta...
- Carla Bruni: bellissima, ma anche lei un'italiana all'estero come la Bellucci...quando devono fare le prime donne eccome se tornano alla terra natia!!

Torino 2006

una serata ricca, festosa, allegra, niente polentoni e niente musi lunghi..siamo orgogliosi di avere un presidente MILITANTE per DEMOCRAZIA, LIBERTA' e SPIRITO AGONISTICO...il serpentone italiano ha fatto il giro della pista acclamato da tutti gli spettatori italiani, esultante, fiero di esser lì...deciso, pronto ad accogliere la marea di atleti arrivati a Torino e pronti a VINCERE....
Carolina Kostner ha portato e sventolato la ns bandiera, Giorgio Rocca formale e sorridente ha prestato giuramento, Yuri Chechi ha aperto la cerimonia d'apertura battendo il tempo delle pulsazioni del cuore/dello spirito olimpico, Adriano Giannini ci ha introdotti nella storia, Giorgio Albertazzi "fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscienza", Sofia Loren con altre 7 SUPERdonne (Susan Sarandon più bella che mai) ha portata la bandiera olimpica e 8 alpini l'hanno issata...poi è arrivata la sventurata fiaccola olimpica: Tomba, i 4 della staffetta di salt lake e finalmente nella mani di una emozionata Stefania Belmondo che ha acceso il bracere olimpico...
una cerimonia che ci ha portato a spasso nel tempo, contemplando la ns storia, le ns arti, le ns radici culturali, la danza e la poesia, la lirica con un Pavarotti da oscar ed un Claudio Baglioni maestro d'orchestra attento alle parole dell'inno...
BELLO BELLO BELLO...emozionante e spero non succeda nulla...
quello che mi chiedo è cosa ci facesse Yoko Ono e Peter Gabriel: sono italiani? Yoko non poteva dire parole più prevedibili e Peter Gabriel poteva cantarla meglio Imagine...
gli organizzatori sono stati bravissimi, estrosi, intelligenti e originali: l'idea del saltatore è stata straordinaria...mi sono emozionata: la colomba simbolo di pace formata da uomini che si libravano nell'aere è stata una trovata geniale...
abbiamo tante risorse, tanti atleti, tanta conoscenza, tanta cultura, radici antichissime e artisti di fama e prestigio internazionale: ne dobbiamo andar fieri e dovremmo badare di più allo spirito patriottico
ed ora: VINCA IL MIGLIORE

Friday, 10 February, 2006

il grande G

"L'uomo è per ogni uomo un fratello! Che tutti gli esseri si abbraccino! - Un bacio al mondo intero! ". Schiller

c siamo...stasera alle 20 assisteremo all'inaugurazione delle OLIMPIADI INVERNALI...potremo diffondere cultura e sapienza in ogni dove..lo spirito agonistico (attenzione non ho detto antagonistico) si librerà nell'aere...canti, balli ,musica, sani confronti tra atleti di 88 paesi, blindati come non mai per il pericolo di quei cretini di "......" (riempite come volete visto che dobbiamo pararci da diverse specie di cretini, idioti, fascisti,rivoltosi, indigenti di mente)....però la fiaccola olimpica illuminerà anche il cranio di quelle menti malate che pensano di occuparci, conquistarci e dominarci...menti malate e strumentalizzate da altrettante menti bacate che non ragionano secondo canoni civili...
dicevo...iniziano le OLIMPIADI....delegazioni, professionisti, giovani in cerca di medaglia per sfondare e farsi notare dal mondo dello sport...di calcio, spero, se ne parlerà molto poco...spero di poter vedere più gare possibili...spero di assistere alla rinascita dell'interesse per la neve, per altri sport dimenticati e non contemplati nelle guide tv..spero anche che sulla neve non si parli di juve e "l'inciucio" con il mondo degli arbitri...non ne possiamo più..basta parlare del solito calcio...sapevate che negli stati Uniti si è svolto il superbawl e la vittoria è andata agli Steelers di Pittsburgh?ma prima di tutto: quanti italiani sanno cosa sia il superbowl?
domani un editoriale sull'inaugurazione.

Thursday, 9 February, 2006

la bellezza della vita?
forse sentirsi sicuri e decisi..
determinati e vivi...
forti e vigorosi..
belli e imbattibili...
oggi mi sono sentita così
per merito.....MIO!!

Wednesday, 8 February, 2006

le OLIMPIADI!!!!

ma nessuno parla di Olimpiadi?? in alcun blog (di quelli che di solito visito) ho trovato pensieri e parole per Torino 2006...ma che diamine!! Torino rappresenta la ns occasione, rappresenta il materasso per la ns economia, una svolta dopo Italia '90, dovremmo essere fieri di ospitare tante squadre e tanti campioni ed invece se ne parla al tg alla fine, tra i titoli di coda... "Le Olimpiadi della Neve sono l’occasione buona per guardarci in faccia, affrontando un’avventura intelligente, decisiva per riguadagnare la cima della classifica" ( Avv. Gianni Agnelli).
Scommetto che se si fosse trattato di mondiali di calcio, allora sì che avremmo avuto i titoli di testa!!
Per cominciare queste sono le parole dell'inno scritto da Claudio Baglioni:

VA' COME MUSICA
CHE CI ILLUMINA FUOCO DELLA VITA
BAGNA L'ANIMA LUNGO LA SALITA
VA' COME IMMAGINE DENTRO UN TURBINE
TERRA DI CONFINE PASSA IL LIMITE
DEGLI SPAZI SENZA FINE
E VA' PIU' VELOCE DI UN'IDEA
PIU' ALTO DELLA LIBERTA'
PIU' FORTE DI UN URLO DI MAREA
VA' SEMPRE DOVE LA TUA LUCE VA
VA' COME BRIVIDO DI UN OCEANO
LACRIMA DI TEMPO SPINGI IL BATTITO
OGNI ISTANTE E ANCORA UN PO'
E ANCORA VA' COME FULMINE
TRA LE NUVOLE VENTO DELLE STELLE
SOGNA FAVOLE CON UN CUORE DA RIBELLE
E VA' PIU' VELOCE DI UN'IDEA
PIU' ALTO DELLA LIBERTA'
PIU' FORTE DI UN URLO DI MAREA
VA' SEMPRE DOVE LA TUA STRADA
VA VERSO IL CIELO DELLA VERITA'
LA' DOVE VOLA LA POESIA
E TU AMORE DELL'UMANITA'



Conoscete Neve e Glitz? sono le mascotte di Torino 2006


Neve nasce da una palla di neve e Glitz è un cubetto di ghiaccio.
Ci sarebbe anche Aster , mascotte delle Paraolimpiadi dal 9 al 19 marzo. Si tratta di un cristallo di neve a forma di stella a sei punte.
L'evento sportivo è una festa collettiva: Fair Play Olimpico significa comportamento corretto e rispettoso da parte di tutti...capito NO GLOBAL?????

un pò di disimpegno...

leggo: manuela arcuri torna in scena..dopo pretty woman torna a "far sognare" gli italiani con il suo "spiccato senso dell'orrido per l'arte drammatica" (per come recita è questo che trasmette) : il teatro le dà emozioni fortissime e gratificazioni...torna con Liolà di Pirandello: diretto da Gigi Proietti con Gianfranco Jannuzzo...si sente determinata, tanto da riuscire ad interpretare con facilità Mita, l'eroina della commedia pirandelliana. Il testo della commedia l'aveva letto alle superiori, ma non se lo ricordava ( e te pareva!!)...le piace la tv perche se sbaglia (e sò tante le volte) si può tagliare la scena e ricominciare....
____________________________________________________________
D: Meglio Mita o fare il carabiniere?
R: Io sono particolarmente legata a carabinieri perché è stata la mia prima fiction da protagonista. Però qui è tutta un'altra cosa. Abbiamo tentato di avere tutti l'accento un po' siciliano e a me è costato tanta fatica. Però il bello di questo mestiere è proprio quello di interpretare personaggi diversi. L'ultima fiction che ho girato, per esempio, è totalmente drammatica.Come si intitola?Onore e Rispetto, è per Canale 5. Sono sei puntate con Giancarlo Giannini e Virna Lisi, Gabriel Garko. Un grande cast.
____________________________________________________________
Al di là del fatto che sto gran cast è solo quello formato da Giannini e Virna Lisi e poi qual'è la consecutio tra l'interpretazione dei personaggi e la nuova fiction?????La pubblicità è l'anima del commercio...

effetto Ritalin?


- "Io penso che non esista un pericolo islamico,
ma piuttosto un Islam in pericolo,
perchè in mano a dei politici che lo strumentalizzano"
Paolo Branca tratto da La Repubblica
- 16 enne arrestato per l'uccisione di Don Andrea confessa: "ero sconvolto dalle vignette"
- Dopo parole, parolacce, promesse sciocche e sincopate, finalmente una risposta alle richieste del diretto detentore della democrazia: il popolo.
Ho scoperto il blog di Di Pietro, il magistrato dello scandalo "mani pulite" che ha incriminato Forlani, Craxi e tutta l'allegra brigata. Un blog non diverso da quelli per la rete se non per l'importanza che si dà alle richieste del popolo; si ascoltano i pareri,si possono postare commenti e si riceve anche la risposta del candidato dell' Italia dei Valori. Una novità se si pensa che con Fini, Casini, Prodi e gli altri una cosa del genere non esiste: ma ci pensate?si può avere un dialogo con un politico! secondo me una bella iniziativa per il popolo della realtà virtuale.

Monday, 6 February, 2006

vorrei rispondere ad un commento di fdz e così cogliere l'occasione per affrontare un tema alquanto serio e delicato: la beneficenza...
allora: fare beneficenza non è semplice e soprattutto non è affatto semplice convincere gli altri a farla...in primis si tratta di uno stato mentale, di una predisposizione benigna ad aiutare il prossimo, ma si è visto in occasioni sventurate che il cuore grande in parecchi ce l'hanno...in secundis (????) la beneficare significa sostenere con opere buone, aiutare in senso fisico, morale ed economico...in tertiis (????) scivoliamo in "manie di grandezza": quando si vuole far beneficenza si pensa a tutti i bambini del mondo mal nutriti, mal menati, ridotti in povertà da governi dispotici...naturalmente non si può far del bene a tutti, tutto in una volta..si dovrebbe pensare ad uno, poi ad un altro e in un secondo tempo al fratello, alla madre del bambino, alla sorella e via dicendo...se tutti facessero così, riusciremmo ad aiutare il prossimo...se ognuno di noi si concentrasse su una persona del terzo mondo, forse riusciremmo a cambiare un pochino le cose...
il problema sorge quando si pensa ai mezzi da adottare: credo il problema non sussista...si parte dai semplici soldi, al vestiaro, ai medicinali,all'assistenza domiciliare...in famiglia per esempio abbiamo in corso due adozioni: un bimbo e sua sorella, sono africani e vivono in una comunità realizzata da missionarie delle ns zone...mandiamo soldi (tramite le suore, altrimenti non arriverebbero) o meglio ancora stoffe da cucire...in più quando capitiamo a Roma dalle Suore di Madre Teresa (io sono stata adottata proprio attraverso la sua congregazione) portiamo vestiario per "gli emarginati" che vivono nella loro casa di accoglienza. Quando veniamo a conoscenza che qualche suora va a Calcutta, mandiamo pigiamini, tutine, abbigliamento vario ai bimbi dll'orfanotrofio, ma nulla di eccessivamente pesante, là fa caldo) ....e poi c'è la Caritas parrocchiale: a casa c'è sempre qualcosa da portare: si va dal cibo, ai vestiti, ai giocattoli, ai libri...i poveri non hanno bisogno di nulla di specifico.
non voglio apparire la brava e caritatevole ragazza che dona tutto ai poveri, ma quando si hanno più possibilità degli altri e si ha modo di aiutarli, vivere acquista un altro significato...e non è retorica, come già scritto in un precedente post.
quindi fdz anche se non mandi soldi tramite associazioni, ci sono tanti altri modi per aiutare gli altri, che siano africani, polacchi, svedesi o, perchè no, inglesi...non ti demoralizzare, continua a cercare e vedere di poter cucinare
anche per chi conosce solo acqua e farina

Umberto Eco: chi??

ieri sera, dopo un pomeriggio di demenziale televisione farcita, colma zeppa di idiozie e idioti, ho finalmente assistito ad uno scorcio sulla televisione intelligente..quella che, presa a piccole dosi, fa crescere lo spirito intellettuale dell'individuo, formando la sua mente e uniformando quella stessa mente a letture contemporanee e non...mi riferisco alla presenza televisiva di Umberto Eco ieri sera su RaiTre...la chiamerei anche intervista, ma seduti comodamente su quel divano a chiacchierare di tutto, mi sembra più un' allegra conversazione che una intervista rilasciata ad un giornalista, in qst caso Fazio.
ho vissuto attimi intensi, attenta ad ogni sillaba usciva dalla bocca dell'oracolo stimato ed apprezzato dal panorama intellettuale italiano e non...un signore che seduto comodamente sulla poltrona bianca rispondeva alle domande del conduttore quasi anticipando la successiva, bilanciando e argomentando le sue tesi, discernendo e dispensando cultura: un'iniezione di fiducia per tutti coloro che vedendo maurizio costanzo pensano che l'uomo si sia fermato a buona domenica.
Umberto Eco ieri sera è stato uno studioso, un critico, un giornalista, un padre, un sapiente e allo stesso tempo uno di noi: un professore che guarda alla realtà nel tentativo di cogliere una razionalità insita nell'animo umano...tutto ha un passato e forse tutto si ripete...forse la storia è maestra di vita ,ma può anche darsi che ancora l'umanità non ha imparato nulla.
e visto che anche il professor Eco vede quelle serie sui carabinieri, poliziotti e brava gente simile, anche io farò lo stesso.... se le vede lui!

Sunday, 5 February, 2006

la prima domenica di febbraio

è la prima domenica del mese e non ho fatto alcunchè di rilevante...da buona indiana ho riflettuto...ognuno di noi dovrebbe riflettere sull'oggi, sul domani..su ciò che ci circonda...su chi ci circonda...su quanto le persone che conosciamo ci conoscono..su qnt conosciamo le persone che ci circondano, sui loro sentimenti, le loro paure, i loro problemi...
guardare dentro gli altri per guardarsi meglio: non voglio fare retorica né entrare in filosofie di vita che poco mi appartengono o poco capisco...voglio solo riflettere su un concetto: tante volte mi sono sentita bene aiutando gli altri (ma nn voglio affatto apparire la paladina del mondo)..per altrettante volte mi sono sentita bene solo ascoltando le mie amiche...tente volte ho acquistato fiducia e sicurezza tranquillamente seduta in poltrona a chiacchierare con le mie amiche...riuscire a prendere tnt dalla semplicità è la miglore strategia per vivere in serenità..dovremmo imparare a trovare il giusto mezzo, dovremmo acquisire la capacità di selezionare gli agenti negativi, catalogarli e moderarli...

Friday, 3 February, 2006

Potrebbe il divario tra Io e non-Io, tra soggettivo e oggettivo, essersi erroneamente costituito?
Potrebbe l’opposizione tra universo di scienza completamente al di fuori dell’Io e universo di coscienza, definito da una totale presenza dell’Io a se stesso, essere insostenibile?
E se l’analisi della realtà fallisse, troverà la biologia il suo metodo in un’analisi dell’idea di tipo psico-matematico, in una intellezione spinoziana, eh?
(Giorgio Gaber forever)
Oh mamma,
salviamo i ns poveri cervelli dalle menti saccenti di certe persone, saccenti appunto, che sputano e vomitano la loro cultura limitata e circoscritta!
salviamo la ns materia grigia e le ns personalità giovani ironiche e spensierate da certe persone alquanto prese dai loro problemi sessuali...
salviamo i giovani dalle strambe e bizzarre razionalità dei più grandi così presi dal lavoro da non capire che noi: SIAM GIOVANI!
salviamoci perchè ancora NOI siamo in tempo...ma non da tutti i grandi, solo da alcuni che pur avendo ancora 40 anni, non sanno affatto divertirsi, sanno solo scaravoltare la loro "schiettezza diabolicamente diseducativa" sugli altri...
se ne fregano e godono nel saper di sapere...
oh mamma!!corriamo ai ripari prima che qst immondizia di persone conquisti il mondo con la politica "della parola IO"...

Wednesday, 1 February, 2006


per francescav: che sia la donna giusta per il tuo bel micino??
ma non è deliziosa questa miciona?!? la mia Liuba continua a darmi tanto amore...sta diventando meno aristocratica e meno mefistofelica..in verità non è mai stata tanto furba e non ha mai rubato carne o pesce dal tavolo, però i gatti si sa: pensano prima per loro e poi per gli altri...
qui si sta godendo l'ora di sole sopra alla mia scrivania..goduria pura vista la sua linguetta fuori...
oggi sono di buon umore...come mi basta poco per star bene così mi basta poco per farmi inczz...
oggi sono ottimista..oggi non cedo a provocazioni..oggi IO VALGO come tutti gli altri gg dell'anno che però non me lo dico...oggi sono pronta a guerreggiare, sono pronta a progettare, a comprare, spendere e cucinare..sono pronta ad organizzare, mi sento così bene con me stessa che devo in ogni modo organizzare per andare al mare domenica...adoro il mare d'inverno...adoro entrare in casa e sentire l'odore di salsedine, aprire le finestre e vedere il giardino verde, prendere la bici e farmi il lungo mare lontana dal traffico e serena di avere il sole contro...vorrei rimanere per qualche gg, ma credo che dormire in una casa estiva d'inverno non sia l'optimum: è umido ed in più dovrei tenere accesa la stufa per buona parte del tempo sono a casa...quindi fino ad aprile vado solo di domenica, poi verrà il bel tempo e sì che me la spasserò...
adoro portare il mio lettore mp3 e sedermi lungo la spiaggia: rimanere in contemplazione e respirare iodio...
lo scorso anno di qst periodo ascoltavo gli Stereophonics...erano sì bei tempi...con le mie amiche giulia, germana ed anna rita avevamo preso di mira un localino di quelli lounge (falsamente trendy): sorseggiando un martini, ascoltavamo jazz e chiacchieravamo...la primavera era ed è nell'aria e comincio a sentirne i benefici...
C'è un' ape che si posa
su un bocciolo di rosa:
lo succhia e se ne va..
Tutto sommato
la felicità è una piccola cosa
Trilussa