Monday 13 February 2006

in parte Fini ha ragione quando dice che siamo giunti in Iraq per una missione di pace..in effetti non mi è arrivata voce che i ns militari abbiano seviziato o aggredito qualche prigioniero iracheno o qualsiasi altra persona in sua vece...
sbaglia però quando dice che siamo parte del "tridente" con Usa e G.B...calci e pugni non sono tipici della ns disciplina militare, le risatine denigratorie del cameraman sono del tutto fuori misura (mi riferisco naturalmente allo scandaloso video made british)..
ho paura delle minacce dell'estremo mondo musulmano " vi batteremo e conquisteremo", allo stesso tempo temo la finta politica/missione di "democratizzazione" degli Stati Uniti nei confronti dei paesi con petrolio...non saprei da cosa pararmi per primo!..ma soprattutto ho paura perchè sembra che la ns politica italiana vada dietro a qst ideali idioti: mal menare un ragazzino di 15 anni fa parte delle libertà sancite nella costituzione?ma forse gli Stati Uniti non avendo una costituzione certe cose nn le sanno...e la Common Law british rasenta la stessa Grund Norm...

3 comments:

mmcerit said...

E' lunga. Le nostre truppe non hanno gli stessi compiti di "democratizzare" con le bombe gli irakeni: fanno una piccola parte in una piccola zona dove c'era una raffineria italiana, una piccola parte ma non con i metodi americani e inglesi; siamo brava gente noi, sappiamo cosa vuole dire essere invasi, ce l'abbiamo nel nostro DNA: da Annibale a Kappler. - MEDIA - Con lo stesso risalto con il quale i ns telegiornali per stupidi danno risalto ai ladri nelle ville e ai cani salvavita e alle esternazioni/stronzate di sua emittenza, nei loro ci sarà una ripetizione esaltata di questi video che gli rappresenta bene come si comporta una civiltà superiore. Ecco come alimentare l'odio: invadendo per denaro e comportandosi male.

ape said...

concordo e annuisco

Facciatosta said...

Forse dei nostri bravi soldatini in Iraq, non hai visto prorpio tutto...