Wednesday, 28 February, 2007

amapola

sono convinta che nella vita ci siano dei momenti clou dai quali si impara e a partire dai quali ci si libera dalla spensieratezza con cui si sono affrontati i problemi sino ad allora...

il 26 è stato il mio compleanno e, a seguito di 1 evento particolare, mi sono sentita portatrice sana di responsabilità...i problemi aiutano a crescere e credo ancora di più la stretta di culo" (lo dico chiaramente perchè qnd la fortuna c'è, deve essere sottolineata!!..)..in più mi sono scoperta forte e sicura di ciò che ritenevo giusto per me, consapevole di pro e contro...va da sé che non mi sono goduta appieno la giornata dei miei 27 anni, ma v'era ben altro di importante...
ora cercherò di nuotare con tutto il corpo nella vita che scorre..


(un grazie a Zia Lucia)

Monday, 26 February, 2007

buon compleanno


27 anni e comincio a dimostrarli tutti..

auguri a me.

Friday, 23 February, 2007

tragico

questa mattina, per non saper leggere né scrivere, sono andata a fare una passeggiata per il centro storico...la mia cittadina, piccola e medievale, è uno scrigno di angoli e terrazzini, bifore trecentesche e grandi portoni con i battenti in bronzo...purtroppo la parte antica è poco più abitata...come si dice da qst parti "ormai in centro ci vanno solo i romani" , da intendere che la bellezza storica di palazzi ed appartamenti è apprezzata solo dalla gente di fuori che viene, vede e compra...
la Narni bene si è trasferita in montagna dove i ladri sembra non facciano in tempo a dare i resti e dove i dottori, dentisti e gente comune con la puzza sotto il naso può dediarsi alla costruzione di un'immagine...

ma non è qst che volevo sottolineare, bensì il momento topico della passeggiata mentre per viuzze mi accingevo a sorridere della bellezza del panorama: un ragazzo, giovane e di bell'aspetto, atletico e vestito da bell' imbusto, era in un angolo, appoggiato ad un muricciolo, si stava preparando per spararsi una bella dose di eroina con tanto di siringa, accendino e tovaglietta per un lavoro pulito...ma la cosa che mi ha sconvolto di più è che io conosco quel ragazzo...mi è dispiaciuto, mi ha allarmato e sconvolto..non che non sapessi che nella mia città girasse gente simile nè che non abbia mai visto, in tv, siringhe e braccia pronte, ma trovarmici di fronte in una giornata di sole, mi ha destabilizzata...

qualche scatto

penso che debba acquisire professionalità: nella cucina, nella fotografia e nel giornalismo...nelle mie passioni prime se voglio insrirle nel cv...

però un dubbio mi viene: se l'arte è passione e pulsione, personalità rispecchiata nella realtà, perchè la professionalità deriva dal giudizio di altri? perchè per acquisire serietà e competenze devo pagare e pormi sotto la lente di chi, potrebbe avere il mondo girato e non aprezzare la mia gioia nella preparaione di un piatto?

concordo con lo studio delle tecniche, dei giusti abbinamenti, della scelta di soluzioni, ma non transigo nella correzione di articoli o bozze che devono prendere volontariamente una certa piega...concordo nella ncessità di appropriarsi di criteri visivi e olfattivi, ma le credenze sono consuetudini, non postulati...

Wednesday, 21 February, 2007

c'è sempre un rimedio..

..mi sono stufata di crederlo.

c'è un rimedio per la sinusite.
c'è un rimedio per le tette piccole.
c'è un rimedio anche per la scarsa altezza.
ci si salva dall' influenza mangiando aglio.
si cura la vista mangiando mirtilli.
la nonna diceva che mangiare cavoli allontanava le propabilità di ammalarsi di "malaccio".
a questo mondo sembra si possa guarire, o addirittura, salvarsi da alcuni malanni, malattie, patologie che possono dar noia alla nostra salute...

non è così...e credo di poterlo sostenere sempre più decisa...siamo cagionevoli, deboli e sensibili...fragili e verdi, immaturi e inesperti della vita...purtoppo le malattie ci abbattono e mortificano..ci deprimono e ci spezzano...dire "forza e coraggio" mi sembra ipocrisia pura a volte.

buongiorno al passante.

Tuesday, 20 February, 2007

ho cucinato betacarotene...

















...il risotto alla zucca...
in tutta sincerità non avrei mai pensato di trovarla ancora a vendere, ma visto che madre natura è stata così gentile, approfitto per prenderne 1/2 kg e per cibarmene come meglio posso..

intanto: fa bene, è colorata, è dolce, si cuoce in fretta ed è versatile...e poi si fa fotografare che è un piacere!

in più: con una zucca ci si può cucinare un intero pranzo utilizzandola nel primo, nel secondo, nel contorno ed anche nel dolce...con la salsiccia è squisita, con i ceci ricca di sali minerali...con del rosmarino assume un aroma particolare...è ricca di ferro, potassio e calcio...regolarizza le funzioni intestinali e distende la pelle...

un elisir di lunga vita? effetto placebo? non lo so, ma il risotto in questione lo abbiamo spolverato con una scarpetta di pane cotto a legna, una spruzzata di garam masala ed un bicchiere di vino bianco...
le donne indiane (d'America ahimé) in occasioni di particolari feste preparavano dei dolcetti a base di purea di zucca e dei suoi semi tritati...gli uomini diventavano dei veri portenti rendendole molto felici...oddio, sto diventando sexual addict!!??

Sunday, 18 February, 2007

metti un letto prima di cena..

riflessione: in un rapporto di coppia il letto è importante (credenza facilmente opinabile la mia)..
mi spiego: secondo me presuppone una relazione che non vuole scindersi...contare su un letto dove potersi "sdraiare" in due, fa supporre che vi sia disponibilità ,da parte di entrambi, di considerare la situazione non momentanea bensì duratura...

ho spesso subito il fascino del letto..non sono dormigliona, ma mi piace farmi blandire dalle mani e dal respiro di lui...vedo il letto come un nido d'amore al sicuro, caldo e di paglia che scalda i corpi e li avvolge...
certo, in mancanza di altro, la macchina è un facile salotto dove vezzeggiare le gioie, il più classico dei classici, che diviene sauna finlandese non appena i corpi si sfiorano...però bisogna trovare il giusto infrattamento e capire la giusta posizione onde evitare ematomi ed escoriazioni...mi dà l'idea di un amore furtivo,rubato quasi circospetto..

quindi meglio aspettare che si liberi casa o che si abbiano costantemente i soldi per una camera in albergo (e nn pensione, anche se non è il nido d'amore che accende gli spiriti!!)...

Saturday, 17 February, 2007

mumble mumble

mi chiedo se riuscirò a diventare ciò che voglio..
mi chiedo se riuscirò mai a capire ciò che voglio..
mi chiedo se mi sentirò finalmente a mio agio una volta raggiunta la mia vetta..

mi sento attaccata come un cespo di banane verdi che pendono, unite dallo stesso inappellabile destino: essere fritte!

Friday, 16 February, 2007

buona sera dottore..

l'uomo esiste perchè sa...e di qst ne è cosciente soprattutto il dottore: quando sta per formulare la dignosi, noi lo anticipiamo con la ns saccenza, quasi ad indicare che già sappiamo...come per far capire che abbiamo letto l'enciclopedia medica, abbiamo partecipato al forum di neurologia ed abbiamo già interpellato il medico on line..ci siamo fatti un'idea della patologia che ci fa star male ed ora attendiamo la conferma dal nostro medico asl...nulla di più sbagliato: il medico, con aria di sfida ed un leggero sorriso sotto la barba incolta, ci dice che non si tratta propriamente di ciò che avevamo diagnosticato, ma di un'altra forma...

ora: che si tratti o no di quella malattia che avevamo supposto, ci importa poco...troviamo invece particolarmente saziante esserci messi alla pari con il dottore , quasi ad averlo sfidato...quasi a mandare all'aria i suoi anni di studi su tomi da 80eu...ne siamo fieri e con orgoglio ci dirigiamo in farmacia a comprare il farmaco più costoso che l'azienda sanitaria non passa affatto (..che il dott lo abbia premeditato???)...

il fai da te, va bene per legno e carta, decoupage e ceramica da decorare, ma non per il ns fegato...

(-10)

Wednesday, 14 February, 2007

se fosse...


sono bulbi, solo questo so..
tra qualche settimana inizierò la piantagione e si vedrà cosa spunterà..per ora posso solo immaginare..

mia madre mi ha detto calendule..
secondo papà patate americane...
secondo me, quelle piante rampicanti che lungo i fiumi si arrampicano ai rami che sporgono sulla sponda...

come spesso accade, occorre solo aspettare ...

Tuesday, 13 February, 2007

certo maestra...

la maestra zen me lo ha chiesto ed io ottempero...
l'invito riguarda l'esposizione di 3 paure, 3 cose che ci terrorizzano o ci pietrificano o semplicemente ci danno un po' fastidio...3 cose che possono provocarci ansie più tipiche o assolutamente originali!
difficile, visto che sono fifona e paurosa, ma visto che me lo si chiede...

al primo posto i rettili e gli anfibi: sono viscidi e lucidi, sono bavosi e fanno strani movimenti con la lingua e con la coda...per rettili intendo sia serpenti che rane e rospi, lucertole e iguane, varani e coccodrilli, alligatori e vipere...della specie salvo le tartarughe...non riesco a capire invece chi, nel periodo della riproduzione, possa aiutare ad attraversare la strada a rospi e rospetti, anche prendendoli in mano e laccompagnandoli verso lo stagno....

al secondo posto le pistole: non ne ho mai tenuta in mano una, ma la mia goffaggine mi farebbe uccidere anche il mio alluce...quando vedo indossare da mio cugino il fucile da caccia tremo..e non solo perchè con quell'arnese ci ucciderà qualche animaletto indifeso, ma anche perchè la sua pesantezza e scarsa maneggiabilità mi porta a pensare che ci sono bambini che le usano sin dall'età di 6 anni..e questa è ingiustizia.

al terzo posto la paura di non trovare lavoro: non voglio essere consolata e nemmeno incoraggiata, ma questa è una situazione di fatto...da 26 anni convivo cn la mia pelle color marrone chiaro e per svariati anni (quelli giovanili) mi sono sentita fuori gioco...vorrei nn dover chiedere aiuti per far parte integrante di un'azienda o di un ufficio..so che è difficile da capire anche perchè siamo nel 2007, ma certe cose succedono e si deve essere in grado di affrontarle...

paura, fobia od orrore? credo il margine sia sottilissimo e difficile da delineare visto che alcune paure si trasformano in fobie e visto che alcuni orrori si possono combattere ed evitare con una buona educazione...poi c'è la tremarella unita al cagotto, ma quella va prevenuta con l'alimentazione..

anti stupidità

è dinamico e spigliato...
è cortese, simpatico e dotato di spiccata creatività...
può contare ancora per alcuni anni della sua giovanizza (per Dante bellezza e fortezza)
peccato sia disoccupatao, anzi peccato la sua mente ,che partorisce minkiate, gli abbia suggerito di licenziarsi...ora vive con un pc che non ha gli standard qualitativi che si addicono ad un grafico di fama regionale
e l'unica cosa da fare è fare una campagna pro juri affinchè trovi lavoro, sennò dovremmo continuare a leggere della sua stupidità nei racconti che pubblica....

come aiutarlo?
comprando una pianta o inviando un sms al 48348...però non basta...dobbiamo dargli l'opportunità di crearsi la pensione...bisognerebbe assumerlo...mmm..fa il grafico, ma non ho le mani in pasta in quel settore tanto da poterlo aiutare...forse inizialmente dovrebbe cavarsela a fare l'idraulico, così unisce la retribuzione alla ... oppure il pittore: basta un secchio, della vernice ed un pò di creatività per i colori delle diverse stanze...

quando l'equilibrio viene meno, si fa strada la malattia: la stupidità rientra nelle patologie?

Monday, 12 February, 2007

giocare "a signore"



detto, fatto: questi gli acquisti di ieri di cui vado fiera..come sempre si dice "avrei potuto dare di più" e comprare un altro paio di orecchini in ambra occhiati da tempo, ma ne avrò di vita davanti per farlo...all'appello manca un anellino, molto fine d'argento, ma che ohimè non si è fatto fotografare...

quelli in quarzo rosa li indosserei per un matrimonio, l'anello per una cena etno con Kabir Bedi..il quarzo ialino forse per l'università, non è impegnativo e si abbiba con parecchie maglie..

di certo ci giocherei "a signore", uno splendido gioco dall'ambientazione culturale (simil Circolo di Pickwick) e al tempo stesso glamour...ci si siede ad una sala da tè del centro, lo si degusta in aromi non banali (il tè verde fa bene ma va troppo di moda) per esempio mango e ananas o ciliegia e pere...si chiacchiera allegramente a gambe accavallate mentre si picchietta il tavolo pensando a quale pasticcino addentare...va da sè che un anello caratterizzerebbe ancor di più l'atmosfera...

Sunday, 11 February, 2007

il mio amico indiano..

credo di avere una maniacale perversione per i gioielli...ma non intendo oro laccato o platino, io intendo le pietre dure..quelle che si indossano solo se si sanno portare con classe e disinvoltura...quelle che ti abbelliscono un semplice abito nero...quelle che devi controllare se sono vere...quelle che hanno dei significati (a cui non bado proprio)...quelle che brillano come lo smeraldo o sono case per gli insetti come l'ambra...quelle che incastonate in un anello con lavorazione kashmira ti rendono regina dell'Hymalaya...l'abbinamento turchese e corallo per me vale più di una sciocca borsetta di Gucci...
questi insomma!

oggi pomeriggio avrò largo modo di indossare, provare e abbellirmi con orecchini od anelli in argento, bracciali o ciondoli: ho 50eu con me, vuoi che non trovo almeno due anelli da comprare da unire ad un paio di orecchini???!!
mmm,sarà un pomeriggio mooolto lungo...

Friday, 9 February, 2007

Horus non mente mai

Pesci
" se siete già in coppia,
concedetevi di trasgredire
le regole allargando la vostra cerchia
di amicizie"
Horus


trasgredire fa rima con regredire e credo che siano due parole chiave per "non giustificare" i comportamenti umani di cui si è fatta spesso menzione in qst ultimi gg...

se poi Horus intendeva altro, rispondo che non sono tipo da orgie...


(-17)

Thursday, 8 February, 2007

condire a piacere...

















il nome "lassi" è evocativo di note di colore fisiologiche...certo è che il mio intestino me ne è stato grato per quelle 15 mattine che l'ho bevuto a colazione in India (ed anche io visto che eravamo quasi tutto il g lontane dall'albergo)...

prima di tutto cos'è? : è una bevanda rinfrescante, depurativa che rafforza la flora intestinale...e poi un sorso e si inglobano enzimi, vitamine, calcio e proteine..

secondo di tutto come si fa? : si va dal lattaio di fiducia e si compra lo yogurt ..lo si diluisce in acqua (in una percentuale di 1:2 o 1:3) ...mentre si versa l'acqua nello yogurt, si mescola con un frustino ed il gioco è fatto quando si forma della schiuma ed il composto non ha più grumi...

terzo di tutto: si può sia salare che zuccherare...in più anche aromatizzare con spezie tipo cumino o coriandolo o cannella o anice stellato...
IO terminerei la preparazione con della frutta secca tritata visto che è tempo di contaminazioni e mescolanze, ma a tutto c'è un limite, quindi onde creare caos, non mi diletto troppo...

(- 18)

Wednesday, 7 February, 2007

San 14

oggi siamo al 7...7 +7=14...ciò vuol dire che tra una settimana è San Valentino....
allora: non sono la classica appiccicosa che regala pupazzetti e cuoricini rossi a cui si illumina la scritta "ti amo"...aborro il trash e l'ovvio, la banalità mi deprime...preferisco l'originalità e distinguermi anche nei regali: devo pensarci ben bene!...
- un albero no: sta studiando botanica e me lo tirerebbe.
- un dolce preparato con le mie mani, ma modestamente sono una brava cuoca e non sarebbe qst grande sforzo d'amore.
- un cd con la colonna sonora della ns esistenza come coppia, ma torno sullo scontato e non mi si addice.
- pensavo a dei semini da piantare in terrazza quando verrà il bel tempo o meglio ancora a dei bulbi...
- degli attrezzi da cucina, visto che si sta sperimentando tra i fornelli, ma sono indecisa tra frusta da pasticcere e mestolo.
- un cucciolo, ma abitando in un'appartamento non credo abbia posto...e poi non si fanno regali graditi solo a chi li dona.
- crema antirughe: ma è giovane.
- una sciarpa, ma il tempo ballerino non mi aiuterebbe.
- un we in un posto romantico, ma siamo incasinati entrambi, quindi ce lo potremmo godere più in là.
l'unica cosa su cui sono sicura è che non butterò i miei soldi, tanto conta il pensiero no??!!

finirò col donare me stessa...e forse è ciò che ci vuole dopo gg di astinenza..!
(di certo non lo dico qui, visto che è tra i lettori)

Tuesday, 6 February, 2007

beeee


credo di aver raggiunta una consapevolezza: ho soggezione delle pecore...
che poi, povere pecorelle, cosa potrebbero farmi se mi avvicinassero masticando il loro bel boccone di bieta..??!! mentre le fotografavo, una (che per facilità chiamerò Bettina) mi guardava con aria di sfida mista a rassegnazione del suo status...eppure è l'animale più mansueto e docile che esista, soggetto di pitture e leggende, vivo nelle tradizioni e nei culti sacri, come potrei averne timore?

me ne sono trovate davanti un branco con tanto di pastore in regola e cane attento agli impostori...sono venuta a conoscenza di svariate informazioni, perchè nella vita "basta chiedere"...
1) le pecorelle hanno 5 mesi di gestazione
2) quelle "gravide" si riconoscono perchè hanno il pancione e le "tette" piene di latte
3) a 24 mesi sono già donne e in grado di dare alla vita uno o due agnellini
4) si accomodano a mangiare e erba e ulivo
5) fare il pastore è una mansione che preuppone una specifica competenza, perchè non si tratta solo di "pararle"...

e poi, chi sa fare il formaggio? e non dico la ricotta che è l'ultimo passaggio, ma la produzione intera a partire dalla mungitura alla rottura del caglio e relativa salatura...vorrei andare a vivere in campagna quando partoriscono le pecore...

Sunday, 4 February, 2007

vorrei i raggi x

ho sempre sostenuto che i genitori avessero due paia di occhi (due davanti e due dietro, all'altezza del collo), due paia di orecchie e due nasi....la loro perfetta, e a volte perversa, sensazione che si sia fatto qualcosa di illegale, alimenta ancor di più la mia tesi..

ieri passaggiando per le vie del centro mi sono imbattuta in un monito di un ragazzino di 11 anni ad un altro: "ti avevo detto di sgozzarlo" urla il primo al secondo, riferendosi ad una finta mossa di strangolamento ad un terzo..

mi chiedo se i genitori, a volte, non debbano avere anche 4 mani...

Saturday, 3 February, 2007

aboliamolo

credo che dovremmo dedicarci a sport meno pericolosi, perchè il calcio sta diventando un'attività illecita a scopo di lucro per avidi personaggi sull'onda.
non so se ci possa essere sport meno fruttifero, ma fatto è che dedicarsi alla visione di cricket e boowling forse farebbe minor danno sulle menti invasate di ultras che lanciano ordigni mortali...
l'uomo sta facendo uso improprio della sua razionalità, la sua stupidità danneggia e fa male...

Thursday, 1 February, 2007

pèrone o peròne..??


...la lastra parla chiaro: frattura del perone...ciò vuole dire ingessatura ed apparente immobilità per 40 gg...ciò vuol dire una voce continua ed incalzante che richiede cose più disparate...ma soprattutto: avere mio padre in casa 40 gg consecutivi...il mio shock si enfatizza se penso che stavo riuscendo ad ammortizzarlo vedendolo lavorare almeno la mattina da qualche mese...ed invece arriva il macigno, la spada di damocle che sconvolge i piani: pensavo d mettermi alla ricerca di un viaggio per aprile, pensavo di prendere i biglietti per arturo brachetti a Roma, pensavo oltretutto di poter trascorrere qualche g al mare in completo relax dalla routine...ed invece BANG, come un masso sulla testa di willy il coyote, arriva la storta alla caviglia e la conseguente frattura...

eppure la giornata si era prospettata così serena e tranquilla...eppure avevo cominciato a scattare foto su foto in campagna supportata dallo sguardo vigile del pastore canino nero con le orecchie dritte e attento ad ogni mio accenno di avvicinare le pecore...avevo rapito attimi di realtà esistenzialista fotografando la panchina su cui mi sdraio...avevo intenzione di cambiare memory stick alla digitale e tornare a fotografare il portone di casa...

"l'uomo propone e Dio dispone" si potrebbe dire, ma qui LUI c'entra poco...inutile prendersela ed inutile parlare con la regola del "se"...è successo ed ora dobbiam pensare come sbrigarcela: punto.
certo, sarebbe stato meglio un braccio rotto anzichè una gamba che ti fa deambulare con le stampelle in uno stato precario, ma inutile pensare anche alle preferenze...

la paura che ho è che mio padre si abbandoni allo stato da claudicante con gesso e restare definitivmente in pensione con il cervello....ma forse non succederà...è una persona attiva e attenta...può esercitare la mente con il suo lavoro anche da casa, leggere, scrivere e commentare...chissà che non venga a conoscenza di qst mio blog?...
si vedrà...