Wednesday, 22 February, 2006

vorrei arrivare alla parità ormonale/neurologica, ma non credo sia semplice...nel '46 abbiamo ottenuto il diritto di votare...nel corso di 50 anni le donne si sono date da fare, ma non abbastanza per raggiungere stadi mentali tipici degli uomini, ma credo che un'attenta analisi mi farebbe rimangiare questo desiderio e tornare sui miei passi...ma questa è un'altra storia (Gianni Minà)....non prendetela come un attacco al cervello maschile, per carità, ma mi sto rendendo conto (meglio tardi che mai), pagandone in termini emozionali, che il cervello maschile ragiona con altri standard/criteri rispetto a noi...anche se non riesco ad entrare nella loro mente, vorrei capire come funzionano certi meccanismi, come si spiegano i loro atteggiamenti....per agire di conseguenza naturalmente!
----------------------
olimpiadi: non ne ho più parlato e me ne dispiace.
abbiam vinto..strano questo plurale riferito ad una collettività di cui tutti vogliono far parte...in effetti dal punto di vista NAZIONALE ,l'Italia ha conquistato 9 medaglie...ma nella realtà sono gli atleti che han lavorato e sgobbato per arrivare carichi ai giochi di Torino 2006...in effetti sono loro che sono caduti, han sciato/pattinato/scivolato bene o male...e poi per un piccolo ritardo li abbiamo mandati dallo psicologo sportivo!...siamo ridicoli..siamo scemi se pensiamo solo a guadagnare medaglie senza attribuire il giusto peso ad un quinto posto...mi fanno imbestialire i titoli " Delusione Rocca"...ma signori, è un uomo! sbaglia, può sbagliare e gli è permesso di sbagliare..può cadere e rialzarsi...perchè tanti rimproveri ad un campione?tutti gli atleti che sono a Torino sono professionisti...sono al centro dell'attenzione, sono anima dello spirito olimpico, guidati dall'agonisto puro e semplice....perciò vorrei continuare a godermi queste olimpiadi "senza ma"....vorrei continuare ad emozionarmi per una trottola sul ghiaccio, ridere per un quinto posto e godere della semplicità della carolina kostner.
-------------
sulla scia del post di graziella: mass media, smettetela di ossessionarci/impaurirci con l'avaria!
---------------
un saluto, anzi due a due nuovi acquisti/visitatori: lavinia e stefano....

--------------
un consiglio: www.morganpalmas.blogspot.com.
leggere per credere

22 comments:

Pie® said...

Completamente d'accordo sulle olimpiadi.
Per il resto ci sono dozzine di libri che spiegano fisicamente e socialmente le differenze fra uomo e donna.Conoscerle per prenderne atto fa vivere serenamente.
Il retaggio maschilista è sicuramente radicato, ma via via fortunatamente sta sgretolandosi.

ape said...

stupida io che parlo di "capire" con un libraio: è ovvio,basta leggere.

niente maschilismo:per l'esperienza di vita che io, non conosco maschilismo o discriminazione femminile...beata me.

io parlavo solo di differenza di approcci alla vita da parte delle donne e degli uomini: alla base del comportamento maschile c'è un quid che a volte invidio..forse dovrei solo disincantarmi.

Pie® said...

Infatti la prima cosa secondo me dovebbe essere consigliata è goderne delle differenze.
E' più divertente.
Non puoi essere uomo ma puoi averne(vale anche al contrario chiaramente).

ape said...

non puoi essere uomo, ma puoi provare a capirLI...sei donna e ci provi...quando rieci a capirli, ridi, poi rifletti: e se facessero bene?
anche questo significa godere delle differenze.

Pie® said...

D'accordo con te, ape.
Parlare è il modo migliore per capire e quindi godere.
Ci si può costruire un sillogismo, credo.

ape said...

parlare significa capire; capire significa godere ergo parlare significa godere....oh mamma, Aristotele scusa!!
il ragionamento deduttivo sta prendendo piede..

tak said...

grazie di essere passata da me, intanto ti ho scoperto e anche io ripasserò! tak :-)

Pie® said...

Proprio ciò che volevo dire.
Fra l'altro oggi sono col cervello fuori forma. Sto facendo le rese agli editori che per il nostro lavoro equivale all'inventario dei supermercati...
Se zoppico con la logica sarò dunque perdonato.

Pie® said...

captatio benevolentiae, sto viaggio chiedo venia...

ape said...

oh mamma, stiamo di nuovo chattando..eh no, nn si può...a quasi 26 anni (DOMENICA) cedo al vortice del parlare veloce, frammentato, sconnesso,
lessicalmente scorretto e altanelante di umori e doveri...però è anche vero che stiamo parlando di un concetto di primordiale importanza: la conoscenza, le relazioni, i meccanismi mentali, le scosse neurologiche....salvi gli argomenti frivoli.

ape said...

un benevenuto a tak..ripassa presto nel mio forum..

Pie® said...

io torno al lavoro e avviso che ho postato.
Piacere anche oggi, ape.

rosso fragola said...

eh no, non funzionano allo stesso modo; è scientificamente provato che uomini e donne usano parti diverse del cervello per svolgere gli stessi compiti, non c'è proprio niente da fare, non siamo uguali.
Ciao!

ape said...

ed infatti io non voglio raggiungere la parità per essere come loro, solo per capire i loro processi neurologici..
so benissimo che usiamo parti diverse.

Facciatosta said...

Insomma una costola non vi è bastata, volete tutta la torta?
Rasentate il cannibalismo...
E poi, che le donne siano migliori degli uomini, lo sappiamo ma non fatecelo notare: noi siamo felici così.
Notte.

mmcerit said...

frammentario:
delle olimpiadi non parlo.
la donna è meglio dell'uomo.
se le donne sparissero ipoteticamente per sei mesi, l'uomo da solo distruggerebbe il pianeta.
altra cavolata? se incontri una donna in un vicolo buio non ti salterà MAI addosso.
brava ape per la segnalazione di morgan.
ottimo blog. lo linko subito.

Pie® said...

Mi torna alla mente un'ottima battuta:
"Non potrei mai essere una donna: passerei tutto il giorno a toccarmi le tette"
-Steve Martin-

Facciatosta said...

mmcerit, vuoi quindi dirmi di smetterla di passeggiare la notte nei vicoli bui? Nessuna, ma proprio nessuna mi salterà mai addosso?
Un po' ci contavo per risolvere questa situazione di grave astinenza...

ape said...

ma ragazzi, ma siete assatanati???!!!sono donna ma non mi sento nè migliore nè peggiore di voi..semmai diversa, ma nn troppo...

ape said...

che bell'apetta!!
per mmcerit: perchè non parli di olimpiadi??

una donna non ti salterà mai addoso??ne siete sicuri?

Pie® said...

Siamo partiti per la tangente...

ape said...

sì, abbiam perso di vista il tema centrale...