Friday 18 May 2007

valeveroaro








tutto è iniziato con un "magari!" che ben presto si è rivelato la scelta più azzeccata in 27 anni di esistenza...perchè quel "magari" era riferito ad un invito a partecipare ad una spedizione di sole donne in india..una spedizione come un viaggio, come un'avventura in un paese a me caro, a me appartenente come un dolce ricordo delle origini.

Ed infatti quel 23Luglio partimmo alla volta di Roma per decollare verso altri lidi e altri porti, verso il colore e la saggezza, profumi e olio di gelsomino.

La realtà che ci aspettava era quella letta nei libri prima della partenza, ma corredata di odori e puzze, di topi e scimmie nelle piscine. Eppure ci mettemmo in viaggio, memori delle descrizioni di Chitra Divakaruni e Narayan e sicure che quella terra rossa popolata da elefanti e mucche per la strada ci avrebbe incantate.

Ancora, a distanza di 9 mesi, non riusciamo a formulare una risposta alla domanda "Com'è l'India?" perchè l'India è tutto e tutto insieme..è il caos e la tranquillità...è pace e progresso lento e costante...è colore e donne con sari in scooter...l'India è un concetto distante dalle nostre menti e vicino alla nostra vita, ormai sempre più.
Arrivate in quella terra ci siamo sentite guardate e scrutate...ci hanno aiutato e si sono meravigliati...hanno collaborato e si sono stupiti della nostra singletudine vacanziera.

ed il vostro viaggio come è stato?

21 comments:

titty said...

il mio viaggio l'anno scorso non è stato un granchè xchè ci sono state incomprensioni con la persona con cui sono partita quindi è stata dura passare 15 giorni..!!!!!comunque sono andata a maiorca e il posto è molto carino....!!!!!

andrea said...

Il mio viaggio è stato fantastico, ero dall'altra parte del mondo U.S.A., davvero un altro mondo!
Ve ne parlerò prossimamente...
Ape il tuo post me lo ha fatto ricordare come se fosse oggi che son partito, bellissima esperienza!
Credo che ci si senta sempre un po' "strani" quando si va fuori dal proprio paese, è quella sensazione di cui parlava Coniglia qualche post fa...
Ciao e buona giornata...

Ale said...

Per l'età che ho, mi sento come una che ha viaggiato tanto.
Molti paesi in Europa, un viaggio anche in un altro continente.
I migliori li ho fatti da sola, conoscendo le persone sul posto.
Per me il viaggio è come una droga, non potrei più farne a meno.
anche se non sono ancora andata in un paese così ricco di contraddizioni come potrebbe essere l'India, sono affascinata dall'incontro con le altre culture.
detta così può sembrare una frase assolutamente banale, ma non c'è nulla che arricchisca di più.

E il tuo prossimo viaggio? :D
Buona giornata! ^^

LA CONIGLIA said...

Parigi: sprofondare nel quartiere di Belleville per scoprire che la Francia non è solo fisarmoniche tour eiffel e crepes...

ape said...

titty: a me no è mai successo, ma capisco cosa avrebbe voluto dire andare in India (e stare 30gg) con persone con cui poco ho a che vedere.

la coniglia:sai che è un pò di tempo che anche a me Parigi "sconfinfera"..

ale: una droga che ti insegna...forse è l'unica che fa bene!

andrea: usa?? bhè, siamo loro alleati ma delle loro tradizioni poco sappiamo...parlacene!!??

Zion said...

lasciando perdere il viaggio, è una foto stupenda!

Zion

Vero said...

com' è l'India... so solo dire "è lontana"!
nel tempo, nello spazio, nella cultura, nella forma, nella sostanza, nell'immaginario...
ma com'è che ogni giorno puntualmente e in un modo o in un altro si insinua nei miei pensieri e tra le mie cose, e soprattutto quando meno me l'aspetto?!
carrrrina la foro... anche se indosso i calzini!

pOpale said...

Spero di andare in India. La foto è meravigliosa.

Saint Andres said...

Scusa, Ape, ma com'è l'India??? :D

gio_stregacciabuona said...

L'india... che curiosità... mi sembra così lontana... così diversa... ma da come ne parli tu deve essere davvero meravigliosa e stupefacente! Sarei davvero curiosa di andarci...

Ci sei stata 30 giorni? deve essere stata un'esperienza indimenticabile... ti sei sentita parte di quella di quella realtà?

Stupenda la foto... scommetto che i tuoi sono quelli più scuri... ti immagino con quella carnagione!!


PS: il mio ultimo viaggio è stato a londra... anche li sembra di stare in un altro mondo... vivono una realtà tutta loro!! In alcuni momenti sembra si stare in una favola... e poi hanno dei parchi meravigliosi... con scoiattolini simpaticissimi...!!!!! Mi piacerebbe tornarci e viverla non da turista... :-)

thirthy said...

Il mio ultimo viaggio è stato in Croazia con una mia amica, entrambe single. Bel mare, ma la gente non è il massimo della cordialità. Quest'anno abbiamo pensato di andare in sicilia. Consigli?

ape said...

vero cara, cosa rispondiamo a tutti questi ragazzi?
che siamo state in India ed ancora ne parliamo per vie traverse, citando battute e gags di un mese insieme.

di certo l'India è un territorio tutto da scoprire di secondo in secondo perchè l'India insegna e colma anche se non te ne accorgi subito.

gio_stregaccia: eh sì che sono quella...carnagione indiana!

thirty:Sicilia? visto che sei italiana avrai la possibilità di andare in Sicilia una volta e poi un'altra e poi un'altra ancora!! ti incanterà.

popale: vai appena hai qualche solda da parte...se viene anche tua moglie, ci vuole più di qualche soldo da parte: laggiù tra bracciali ed anelli, i soldi filano via...

saint: io non ti ci vedo proprio in India!! com'è? è l'India da non giudicare con i ns canoni, perchè altrimenti sarebbe "fuori" da ogni commento.

Saint Andres said...

Sì, in effetti neppure io mi ci vedrei molto in India. Però un po' di curiosità con i tuoi post me la stai mettendo...

paola said...

Non sono mai andada in India, ma non escludo questo viaggio.
Vedi gia a leggerti mi viene la voglia...

nini said...

L'India per me è un po' un..sogno.
Conosco un po' l'America latina, ma malgrado abbia sempre voluto andare in India, non mi sentivo pronta.
Forse mi dava fastidio quella pseudoricerca di verità di tante persone che conoscevo, che poi tornavano senza aver davvero vissuto l'India.
Adesso, a piu' di 40 anni,mi sento pronta.
Pronta per la miseria, la morte, l'induismo (che mantiene gli indiani al medioevo)et pronta a entrare in pieno in questo mondo a parte.
Andro',credo l'anno prossimo, ma vorrei vivere con l'India, vivere l'India.
Mi piacerebbe conoscere meglio la tua esperienza...ho letto credo gli stessi libri.Uno in particolare mi ha toccato:vivere nella pelle di un intoccabile.Scritto da un francese che si fa passare e vive come un intoccabile.Davvero scioccante, ti toglie le idee di "sogno l'India...".
amicalmente,

La Meringa said...

Il mio viaggio è stato Big Sur, California. Anche se risale a quasi dieci anni fa.
Ma resta indimenticabile per l'immensità degli spazi e la magnificenza della natura!

ape said...

la meringa: l'immensità dello spazio è sconvolgente per noi che abitiamo in città popolatissime e che guardiamo i grattacieli da sotto.

nini: ti assicuro che l'India non è miseria se non in alcune zone..la miseria che intendiamo noi occidentali è tutt'altro: la ns è miseria mentale per giudicare loro miseri..

stai giudicando l'india con i canoni occidentali (perchè solo qst puoi fare se non ne hai esprerienza) ma ti auguro di andare per capire che c'è del nuovo nella ns mente e ci sono nuovi standard meno precisi ma più decisi.
a casa mia s parla di India da quando sono piccola, ma la lettura di alcuni libri mi ha fatto arrivare un pò più pronta all'incontro con il sub continente.

paola: parti con me??

saint: però nella sylicon valley a Bangalore ti potresti fare una posizione...

Saint Andres said...

Allora Ape avrei quasi trovato un posto in India che fa per me. Bene!

nini said...

Hai sicuramente ragione, infatti mi sento pronta per vivere l'India.

ape said...

saint: modesto il signorino, eh??!!

nini: io sto guardando alcuni viaggi con il cts...se ti può esser d'aiuto, sono abbastanza vantaggiosi!.

Saint Andres said...

La mia risposta preferita (scherzando ovviamente) con gli amici (ma anche con i miei) è:
"Scusate, perdonatemi ma sono perfetto".

Me ne vergogno un po', ma alla fine dai un po' di autostima ci vuole.
Forse a volte ne ho troppa, altre volte invece niente.
Adesso è un momento che sono un po' megalomane, ma vedrai Ape che passerà :D