Thursday 31 May 2007

orripilante

c'è che impicca i figli e chi li uccide prima ancora che nascano..
c'è chi strangola la moglie e chi riduce a pezzetti gli zii..
anche i figli ne fanno ai genitori: chi per l'eredità, chi per addossare colpe adolescenziali, chi per fare qual che si vuole, lontani da regole del clan familiare..
parenti e amici: zitti...nessuno sa mai nulla di quella famiglia in cui si è compiuto il delitto e poi, a cose fatte, tutti sono buoni e rispettabili..

ma chi??? ma come si può pensare che tutti siano bravi e buoni e poi sentire che s è compiuto un delitto efferato ai danni di uno, due o tre componenti del nucleo familiare...??!!di certo non a tutti succede di esser rapiti da un raptus omicida ed è altrettanto certo che non tutti siamo fatti della stessa pasta "buona"..

19 comments:

Saint Andres said...

In effetti come dici tu se si basasse tutto sul raptus sarebbe davvero preoccupante la faccenda, perché dalla mattina alla sera potrebbe una persona da normale diventare un criminale spietato.
Davvero poco rassicurante!

bian said...

Ciao Apetta! Se ti fa piacere, mi puoi inviare il tuo indirizzo di posta elettronica sul mio gmail?
Baciii

Soundbite said...

Già...e pensare che poi la domenica vanno sempre tutti a messa...:)

titty said...

ma il bello che dopo i commenti sono "ma era una famiglia per bene buona persone normalissime" se fossero normali non arriveebbero a fare una cosa del genere...!!!!

LaFrancese said...

bisogna saper aspettare, la verità non viene a galla subito, è difficile farsi un'opinione della gente e capire come sono andate le cose in queste situazioni "al limite". È facile dare la colpa ad un malessere che viene da "fuori", di cui abbiamo paura perchè non conosciamo... poi il mostro sta anche dentro di noi, dentro casa nostra e la nostra famiglia. Ma anche lì, attenzione, a non gridare al lupo o alla bestia troppo presto. La cronaca recente purtroppo è piena di tutto questo. Che tristezza.

flo said...

e' incredibile...sono scioccata anch'io... e sono carica di tristezza, oltretutto, al sol pensiero di rendermi conto di quanta gente MALATA c'è intorno a noi... gente purtroppo, di cui a volte, nemmeno sospetti....

isabilla said...

mah, anch'io ho seri dubbi su tutti questi raptus..
e questa omertà mi fa tanta paura...
forse vado un po' controcorrente, ma come ha fatto questa povera madre, a sopportare i maltrattamenti anche verso i figli?
ma come si può arrivare a questo punto?
cioè, un conto è secondo me se decidi di sopportare per te, ma come puoi decidere per i tuoi figli e per i figli che porti nella pancia?
mah..non so se mi son spiegata bene...

topozozo said...

La famiglia è il fulcro della società ma può essere anche la sua tomba (commento qualunquista, lo so...).

Anonymous said...

mi dà l'idea da un po' che questo blog sia diventato una nicchia da cui ponteficare
ma mi sa che è un po' illegale perchè la certificazione papale non c'è...

controllo anonimo

thirthy said...

A volte mi domando come si faccia poi a metter su famiglia, e come si fa a metter al mondo dei figli.

andrea said...

Non c'è più il senso del limite, certo che è pazzesco che succedano queste cose e con una frequenza così alta... da cosa dipende?

ape said...

concordo con ogni singola teoria qui scritta, anche se divergenti, ma facenti parte dello stesso poliedro di ipotesi e riflessioni..

anonimo: vorresti dire che sono candidata alla vita ecclesiastica?

Lalla said...

come nn rimanere sconvolti da quello che ogni giorno ci arriva alle orecchie..... e il papa parla ancora del matrimonio per la riproduzione... il alcuni casi matrimonio e procreazione dovrebbero essere vietati se nn prima di aver passato un test di sanità mentale..... ma tutto è relativo!
baci baci e buon we!

Baol said...

Con l'uomo non si è al sicuro da nessuna parte :(

ape said...

si fantastica spesso sul desisderio di rimanere bambini, ma delle volte non basta ad allontanare da sè la cattiveria degli adulti, soprattutto perchè CERTI non si fanno problemi di sorta e attaccano grandi e piccoli..

paola said...

Mamma mia, l'essere umano e poco buono !!!
Non ci voglio credere...

iperio said...

e se la famiglia fosse l'inferno?
cioè se fosse uno di quei meccanismi perversi che abbiamo creato e che ci costringono a vivere male, col contributo di gelosia, egoismo e rancore che ognuno porta in se e apporta all'istituzione?

ape said...

paola: non bisogna pensarlo troppo intensamente sennò si vive male!

iperio: purtroppo è così..è per questo che bisogna lavorare perchè questo non avvenga, perchè ci possa essere complicità e fiducia tra i membri del primo nucleo sociale.

Marco Giangolini said...

Semplicemente ora la gente si accorge di queste cose.

Anni fa non c'erano la tv, i telegiornali e tutto il rumore mediatico che questi crimini provocano.

Caino ed Abele ne sono una dimostrazione lampante... pur essendo una leggenda!