Tuesday, 17 January, 2006

artefice del mio destino...

ieri mi sono resa soggetto della mia stessa vita...credo di aver dato una parte del mio meglio...credo di esser riuscita ad intessere buone relazioni, di aver saputo coltivarne di nuove e di aver messo a segno una sovra-performance...
spiego:ieri sono tornata in quei di perugia....affannata e affamata di desiderio per quel giovane di cui ho parlato qualche g fa...diciamo che la mia era ansia (come poteva mancare anche in qst occasione?!?) da prestazione:volevo mettere in scena il meglio di me con quel ragazzo di cui ho parlato pochi gg fa, soprattutto perchè ci conociamo ma nn troppo..e credo che entrambi siamo restii a fare il primo passo per paura di cagionare fastidio all'altro o di trovarci in imbarazzo...o almeno per me è così...anche se non dovrei averne perchè salutare una persona che conosci non è imbarazzante, è EDUCAZIONE...
dunque: situazione tipo in biblioteca....tutti a studiare persino io...con la mia amica stavamo traducendo quando arriva il pargolo...bello in tutto il suo splendore, elegante a modo suo e concentrato..tanto è che mi ha vista molto in ritardo, ma nn gliene faccio una colpa..succede...dopo diverse prove reciproche di approcciare per darci il sospirato buon anno, finalmente trovo "il coraggio" per andare da lui e potermi perdere nei suoi occhi...e così è stato..poco ricordo di ciò che mi ha detto, ma ho ho capito che nn avevo nulla da temere...niente è più rassicurante del sorriso della persona che ti fa battere il cuore, niente ti fa volare come uno sguardo accogliente e sincero...

1 comment:

Anonymous said...

ma non dovevi avvisarmi quando venivi a pg??? uffa...
senti ma chi è questo tipo??
besos Giulia