Saturday 20 May 2006

"la santità non è un lusso"

Madre Teresa di Calcutta.




.

23 comments:

Sal said...

La santità non esiste

marshall said...

Ecco a chi assomiglia la persona della tua foto.

ape said...

sal: ne sei proprio sicuro? dai uno sguardo di più ampio raggio intorno a te.

marshall:bhè, diciamo che nonna Teresa non era così abbronzata.La signora della foto è una donna del punjab, Madre Teresa aveva fenotipo e tratti fisiognomici slavi.

marshall said...

E io che, per un attimo, ho creduto fosse una sorella della Santa.

ape said...

Madre Teresa non è santa, è ANCORA PER POCO BEATA.
Marshall non mi batti sull'argomento Madre Teresa di Calcutta.

marshall said...

Sei percaso del suo Ordine Sacro?

ape said...

sono una delle mille opere buone della Madre...

marshall said...

...mille più una.
All'inizio della mia malattia, mia moglie si è rivolta Lei, oltre che a Padre Pio, ora Santo, e a Papa Giovanni XXIII, e devo dire che, forse..forse, un piccolo miracolo su di me è stato compiuto.
Quanto a informazioni sulla Santa, pardon Beata, anche noi, specie mia moglie, non ce la caviamo male.

ape said...

bene bene marshall.
continuate a confidare in lei.

lalla said...

ciao a tutti
io e la chiesa siamo su due piani separati ma .... le opere svolte da madre Teresa sono grandi e nessuno le potrà mai mettere in dubbio.... impiegare la vita ad aiutare gli altri li rende un esempio da seguire durante tutto il cammino della vita indistintamente se si crede o meno nella loro santità!!!
baci lalla

Chemist said...

Madre Teresa, Gandhi, S. Francesco d'Assisi, Martin L.King, Il Lama....tutte religioni diverse...tutte culture diverse...eppure quanta forza esplosiva in quelle apparentemente "fragili" persone....e quanto fastidio hanno datto alla Chiesa dei Cardinali in sovrapeso e dei vescovi restauratori.
Da non credente sento la mancanza di una persina come Madre Teresa....i buoni di cuore lasciano sempre un grande vuoto...da qualunque credo provengano.

marshall said...

La fede che avevo da bambino e che poi non ho più coltivato, era rimasta dentro di me a germogliare. Ed è quella che poi, alla prova della vita, mi ha aiutato a superare un momento che altri affrontano con la rinuncia a tutto.
La mia fede è alla Einstein.

Graziella said...

Adoro la forza che quella piccola donna riusciva ad esprimere anche solo stringendo una mano!
Belle le vostre riflessioni!

topozozo said...

E' ammissibile una santità "laica"?

marshall said...

Confermo l'affermazione.
La santità non è un lusso.
E’ uno stato di grazia che riceve chiunque nella vita prima o poi. Se tale condizione di grazia non viene respinta, ma accettata senza riserve e coltivata con amore, con passione e dedizione, con spirito evangelico, può condurre chiunque verso la santità.
No, non è un lusso esclusivo e riservato solo a qualcuno.
L’esempio più evidente, ancora sotto gli occhi di tutti, è proprio quello di Madre Teresa.
A chiunque verrebbe da chiedersi, in modo quasi blasfemo: ma chi gliela fatto fare??
Chiunque voglia darsi delle risposte, arriverà automaticamente al concetto di santità. Concetto che nelle altre religioni o credenze è chiamato in altri modi. E da qui oserei anche dire che: Sì è ammissibile una santità laica.

ape said...

secondo me una santità laica è concepibile: l'importante non è la religione e la credenza cristiana, ma la vocazione.

marshall said...

Per sal,
vai su www.bolognaanticomunista.blogspot
c'è una recensione ben fatta sul
Codice Da Vinci

Anonymous said...

la santità è cristianità?

Bice

Piggio said...

La santità non è un lusso
che vuol dire tutti possiamo essere santi?
Io ricerco la buddità,
dire "io voglio diventare un budda" credo che sia diverso da dire "io voglio diventare santo" ma di cristianità ne so poco, tu che ne pensi ape? non sono religioso anche se leggo parecchie cose in proposito.

raretracce said...

su madre teresa non commento, anche perché ne so poco . ma credo però che molti dei grandi personaggi in odore di santità siano finiti nel tritacarne mediatico e secondo me ciò sminuisce alcuni apsetti in favore di quelli più spettacolari.. sulla santità consiglio un gran bel libro (per chi non l'avesse letto) "l'avventura di un povero cristiano" di ignazio silone..

ape said...

la santità non è un lusso: non è per pochi e non è solo per i cristiani.

abbandoniamo l'idea che le grandi opere, e nn parlo di ponte sullo stretto, le facciano solo i più cattolici tra i cristiani.

voler bene ed aiutare il prossimo prescinde dal comandamento "ama il prossimo tuo come te stesso".

Sal said...

La recensione ben fatta del codice da vinci non m'interessa, ho dato la mia opinione e mi sembra di non essere entrato nel merito degli errori del libro e non m'interessava farlo. Non era quello il mio obiettivo. Credo di essere stato abbastanza chiaro. E per quanto riguarda la santità, a parte la mia, continuo ad avere la stessa opinione!

ape said...

cosa c'entra il Codice Da Vinci con la santità?