Saturday 11 March 2006

mi baluginava..

Animali d'Inghilterra,
d'ogni clima e d'ogni terra,
ascoltate il lieto coro:
tornerà l'età dell'oro!

Tosto o tardi tornerà:
l'uom tiranno a terra andrà
per le bestie sol cortese
sarà l'alma terra inglese.

Non più anelli alle narici,
non più gioghi alle cervici,
e per sempre in perdizione
andran frusta, morso e sprone.

Sarem ricchi, sazi appieno:
orzo, grano, avena, fieno,
barbabietole e foraggio
saran sol nostro retaggio.

Più splendenti i campi e i clivi,
e più puri i fonti e i rivi
e più dolce l'aer sarà
Quando avrem la libertà.
Per quel dì noi lotteremo,
per quel dì lieti morremo,
vacche, paperi, galline, mille bestie, un solo fine.

Animali d'Inghilterra,
d'ogni clima e d'ogni terra,
ascoltate il lieto coro:
tornerà l'età dell'oro!

Gli animali di una fattoria inglese si ribellano al padrone umano, scacciandolo e prendendo possesso di tutto il suo terreno. I maiali (grande animale aggiungo) guidano la rivolta e si pongono alla direzione di una nuova società impostata su principi di equalitarismo e solidarietà, ma cominciano a vestire i panni di classe elitaria predominante sugli altri animali. Dopo che una faida interna ha eliminato Palla di Neve (la mente più brillante), la fattoria diventa dominio esclusivo dei maiali. Napoleon (ogni riferimento a fatti o persone che pensano di esserne la reincarnazione è puramente, ovviamente, casuale), col passare del tempo, diventerà il dominatore incontrastato, tra ingiustizie e soprusi a danno di tutti gli altri. Alla fine i maiali fanno pace con gli uomini e nessuno riesce più a distinguere gli uni dagli altri. Perfetta parodia dell'egoismo e dell'arroganza umana è una bella favola.
-0-
Sì ma noi viviamo nella realtà: come nella fattoria dovremmo metterci d'accordo se ci sta a cuore la situazione, la situazione del paese intendo...dovremmo rimboccarci le maniche, programmare una ripresa...eliminiamo il disfattismo con della gente che in questa confusione sappia mettere un po' d'ordine...bisogna far proposte in positivo senza calcare la mano sulle possibili carenze. Lasciamo perdere il pessimismo, l'insofferenza generale dei giovani, i posti di lavoro, l'instabilità, la gente che non ne può più, la droga, l'incazzatura, lo spappolamento, il bisogno di sovvertire, la disperazione...

11 comments:

Zora said...

"la fattoria degli animali" è uno dei miei libri preferiti...dicendoti che hai ragione, però, farei la figura dell'incazzata e dell'insofferente...
Allora faccio solo così :)

ape said...

zora, fai pure la figura dell'incazzata..anche io lo sono, anzi credo un pò tutti lo siamo.

emanuele said...

Buongiorno carissima...ce la farò, sopratutto per dimostrare che non sono una persona così triste come sembra adesso...adesso lo so, come potrei non esserlo? Ma ce la voglio fare...fa male, ma sapevo che sarebbe stato così...promesse infrante e non mantenute...Emanuele

ape said...

promesse,promesse promesse...vai avanti e non pensare a ciò che poteva succedere, doveva succedere e non è accaduto..
avanti popolo!
buona domenica a TUTTI

Facciatosta said...

Ma noi, qui, una bella fattoria l'abbiamo, con tanti begli animali a partire dai porci ma anche sciacalli, conigli, oche, volpi, serpenti, pecore. Leoni non se ne vedono, così, tanto per aiutare la selezione naturale. Peccato. Sono tutti morti ammazzati da cacciatori prezzolati.

ape said...

anche i cacciatori, non sono più quelli di una volta!

lalla said...

animal farm....io l ho visto a teatro in versione origin inglese quando ero alle medie ....mi è piaciuta un sacco
baci lalla

ape said...

immagino la messa in scena di un capolavoro simile: secondo me, dopo il Piccolo Principe, è l'opera più rappresentativa del '900.

Anonymous said...

Thank you!
[url=http://rryneshr.com/bwjr/adij.html]My homepage[/url] | [url=http://djubtsqq.com/rzzt/mbzx.html]Cool site[/url]

Anonymous said...

Thank you!
My homepage | Please visit

Anonymous said...

Well done!
http://rryneshr.com/bwjr/adij.html | http://ezzjguwu.com/sejn/oxix.html