Monday 5 September 2005

un pò di spessore..


"..il pensiero è la reazione del contesto che fa da sfondo, del passato,dell'esperienza accumulata; è il reagire della memoria a livelli diversi, individuale e collettivo, del singolo e della razza, conscio e inconscio. Di tutto questo è fatto il nostro pensare. Per questo motivo,il nostro pensiero non potrà mai essere nuovo. Non può esserci un'idea nuova, perchè l'azione del pensare non può rigenerarsi, non può essere un'azione fresca in quanto è sempre il reagire dello sfondo:i nostri condizionamenti, le nostre tradizioni, le nostre esperienze, i nostri accumuli, personali e collettivi."
Il pensiero è il reagire della memoria, e la memoria è il risultato di conoscenze e di esperienze precedenti; in una parola: condizionamento
J. Krishnamurti (Sulla mente e il pensiero)....
un doveroso grazie alla mia cugina filosofa che corazzata di pensiero hegeliano, riesce ad incentivarmi ad ogni telefonata...

No comments: